Parapetto in Acciaio

Cercate un sistema di alta qualità da aggiungere su un parapetto in acciaio in muratura troppo basso? Q-railing ha la soluzione perfetta per voi. Il sistema Easy Glass Up offre in un unico prodotto trasparenza massima, sicurezza testata e facilità di montaggio. La sua sottilissima base pavimento, alta soli 80 mm, rende il fissaggio delle tamponature in vetro di minimo impatto…

PER UNA VISTA SUPERIORE

Cercate un sistema di alta qualità da aggiungere su un parapetto in acciaio in muratura troppo basso? Q-railing ha la soluzione perfetta per voi. Il sistema Easy Glass Up offre in un unico prodotto trasparenza massima, sicurezza testata e facilità di montaggio. La sua sottilissima base pavimento, alta soli 80 mm, rende il fissaggio delle tamponature in vetro di minimo impatto visivo, garantendo una vista senza ostacoli.

Con Easy Glass Up, estetica e sicurezza vanno di pari passo. Sottoposto a diversi controlli, è risultato conforme alla più importante norma edilizia, la NTC 2008, confermando il suo elevato grado di sicurezza. Di Easy Glass Up ci si può dunque altamente fidare in diverse situazioni: balconi di appartamenti, tetti a terrazza e attici.

Easy Glass Up comprende una base pavimento per montaggio superiore, tappi terminali abbinati e set di gomme per differenti spessori di vetro. Grazie all’ingegnoso sistema Safety Wedge, l’installazione delle tamponature in vetro non avrebbe potuto essere più facile. Consente infatti il montaggio del sistema dall’interno del parapetto in acciaio, senza necessità di alcun supporto aggiuntivo per il montaggio o di impalcature.

Una volta completata, la balaustra offrirà una vista eccezionale. Realizzati in alluminio di alta qualità, i profili di copertura mostrano una rifinitura color RAL 9006 che rende inutili ulteriori placcature.

Cosa c’è da sapere sull’acciaio, la differenza tra i diversi tipi di acciaio consiste nei diversi tipi di elementi aggiunti per formare l’acciaio. Lo standard i industriale per l’uso interno è l’acciaio 304. L’acciaio 306 è adatto alla maggior parte degli usi esterni: contiene 2% di molibdeno che conferisce maggiore, Q-railing è il primo sistema a fornire una linea di prodotto in acciaio inossidabile 2205. Il contenuto più elevato di azoto e le tracce di altri elementi contenuti in questo acciaio inossidabile duplex forniscono resistenza contro gli effetti aggressivi del cloro, della salsedine o contro l’elevata umidità.

Acciaio è il nome dato a una lega composta principalmente da ferro e carbonio, quest’ultimo in percentuale non superiore al 2,14%: oltre tale limite, le proprietà del materiale cambiano e la lega assume la denominazione di ghisa e non più acciaio.

Elementi di lega e proprietà dell’acciaio

Gli elementi di lega, naturalmente presenti nell’acciaio o aggiunti per conferire caratteristiche specifiche delle proprietà chimico/fisiche del materiale, quali ad esempio:

  • fosforo (massima percentuale tollerata 0,05%) e zolfo (massima percentuale tollerata 0,05%):

riducono la tenacità dell’acciaio;

  • idrogeno:

favorisce la fragilità, nocivo in tenori superiori a 2 ppm;

induce la formazione di fiocchi;

  • ossigeno:

riduce la lavorabilità a caldo;

abbassa le caratteristiche meccaniche;

  • azoto:

promuove l’invecchiamento dell’acciaio al carbonio;

aumenta la resistenza al pitting negli acciai inossidabili (coefficiente 16 nella formula di calcolo del PREN);

aumenta la resistenza meccanica degli acciai inossidabili;

stabilizza l’austenite negli acciai inossidabili;

  • manganese (massima percentuale tollerata 0,8%):

agisce come desolforante e disossidante;

in alte percentuali aumenta il tasso di incrudimento;

  • alluminio:

disossidante;

affinante del grano;

  • silicio (massima percentuale tollerata 0,4%):

disossidante;

  • titanio e niobio:

disossidante;

il Titanio denitrurante; il Niobio nitrurante durante la conversione in A.O.D.

affinante del grano;

previene la corrosione intergranulare negli acciai inox;

  • niobio e tantalio:

essenziali negli acciai indurenti per precipitazione

aumentano la resistenza meccanica;

aumentano la resistenza a fatica;

aumentano la resistenza a corrosione;

aumentano la resistenza all’usura;

  • molibdeno:

aumenta la temprabilità;

aumenta la resistenza a caldo;

aumenta la durezza a caldo e la resistenza all’usura;

aumenta la resistenza alla corrosione degli acciai inox, in particolare la resistenza al pitting (coefficiente 3,3 nella formula di calcolo del PREN);

aumenta la resistenza meccanica ad alta temperatura;

viene utilizzato con concentrazioni notevoli (9% circa) per produrre acciai per utensili;

  • cromo:

aumenta la temprabilità;

aumenta la resistenza all’usura;

aumenta la stabilità al rinvenimento;

con concentrazioni superiori al 12% è utilizzato negli acciai inossidabili ferritici e martensitici;

aumenta la resistenza al “pitting” (Coefficiente 1 nella formula di calcolo del PREN);

  • nichel:

aumenta la resistenza e la durezza dopo la bonifica;

aumenta di poco la temprabilità;

partecipa alla resistenza alla corrosione dell’acciaio inox, dove raggiunge percentuali molto elevate (25% circa);

  • vanadio:

aumenta la resistenza meccanica e la resistenza all’usura;

  • tungsteno:

aumenta la resistenza all’usura e la durezza;

è impiegato con tenori che vanno dal 13 al 25% negli acciai rapidi per utensili;

  • rame:

può provocare cricche a seguito di lavorazioni a caldo;

migliora la resistenza alla corrosione (acciaio Corten);

  • stagno:

favorisce la fragilità.